Ottimizzazione per i Motori di Ricerca

GIUSEPPE FUSCO – 12/02/2019

Cosa vuol dire SEO?

La SEO (Search Engine Optimization) è la disciplina che racchiude tutte quelle attività volte a migliorare il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca per specifiche parole chiave.
In pratica tutte quelle attività che servono per far arrivare un sito “primo su Google”.

Ovviamente, le parole per cui vuoi che il tuo sito compaia per primo, dovranno essere pertinenti con la tua attività e la tua offerta.

Perché è così importante essere primi?
Perché i risultati presenti nelle prime 3 posizioni ottengono mediamente il 40% di tutti i click!


Come funziona l’ottimizzazione per i motori di ricerca?

Google e gli altri motori di ricerca sono delle immense “librerie” che catalogano ed organizzano tutti i contenuti presenti sul web.
L’obiettivo? Fornire sempre il miglior risultato possibile in seguito alla ricerca di un utente.

Per fare questo, i motori di ricerca, devono poter assegnare dei “punteggi” alle diverse pagine web.
Questi “punteggi” vengono poi utilizzati per stabilire in quale ordine verranno mostrati i siti web in seguito ad una ricerca.

Quali sono i criteri utilizzati per stabilire il posizionamento dei vari siti?

Iniziamo con il dire che dipende dal motore di ricerca (Google, Bing, eccetera) e che non esiste una risposta completa.
Per quanto riguarda Google, ad esempio, i criteri utilizzati per stabilire il posizionamento di una pagina web sono oltre 200 e non tutti pubblici.

Ecco una lista dei principali elementi di posizionamento di Google (sarebbe impossibile trattarli tutti in questa sede):

Dominio (www.nomesito.it)

  • Anzianità del dominio
  • Keyword principale nel dominio
  • Storia del dominio

Ottimizzazione delle pagine

  • Keyword Principali
    E sinonimi nel Tag Title (titolo della pagine), nella descrizione e nei Tag Headings (i sottotitoli).
  • Lunghezza del contenuto
    E densità della parola chiave (quante volte appare nel testo). Attenzione a non inserire a casaccio un sacco di parole chiave, l’effetto sarà quello contrario.
  • Indice dei contenuti
    Aiuta i motori di ricerca a scansionare la pagina.
  • Velocità di caricamento della pagina
    Una pagina lenta si traduce in una pessima esperienza per gli utenti e, di conseguenza, in un posizionamento peggiore per il sito.
  • Ottimizzazione delle immagini
    Dimensioni, Nome del file, Tag Alt e Title.
  • Ottimizzazione mobile
    La pagina si vede perfettamente su cellulari e tablet.

Ottimizzazione off-site (non all’interno del tuo sito)

  • Link in entrata da altri siti e loro qualità (vengono visti come raccomandazione)

Interazioni degli utenti

  • Tasso di click sulla pagina dei risultati
    Più viene cliccata più Google riterrà quella pagina utile per gli utenti e ne favorirà il posizionamento.
  • Bounce Rate (rimbalzo)
    Il bounce rate è una metrica che misura quanti utenti abbandonano il sito su cui sono arrivati senza interagire con esso.
    Se il tasso di rimbalzo è alto, per Google questo sta ad indicare che la pagina è di bassa qualità e che ha disatteso le aspettative degli utenti.
  • Tempo sulla pagina
    Il discorso è lo stesso del tasso di rimbalzo. Più tempo gli utenti spendono sulla tua pagina più questa viene considerata interessante e di valore per gli utenti. Di conseguenza il suo posizionamento sarà migliore.

Vantaggi e svantaggi della SEO

All’interno di una strategia di marketing, digitale, le attività legate all’ottimizzazione del proprio sito per i motori di ricerca sono forse quelle che vanno pianificate meglio di tutte perché presentano una lunga serie di vantaggi e svantaggi che la tua azienda deve assolutamente conoscere e tenere in considerazione.

Vantaggi

Ecco i principali vantaggi legati alle attività di ottimizzazione del proprio sito web per i motori di ricerca:

Brand Awareness

Essere ben posizionati sui motori di ricerca fa in modo che gli utenti trovino il tuo sito ogni volta che effettuano una ricerca per il tuo prodotto o servizio.
Questo farà sì che il tuo nome sia sempre più riconosciuto e associato automaticamente alle tue soluzioni.

Tassi di conversione più alti

Spesso, gli utenti che arrivano su un sito organicamente (non da pubblicità ma ad esempio da Google) tendono a convertire di più (contattare, acquistare, ecc) rispetto al traffico a pagamento (anche se dipende dai casi e dai settori, non è sempre vero e la differenza non è necessariamente rilevante)

È gratis

Vuoi essere primo su Google perché così puoi ottenere un sacco di esposizione gratuitamente vero?

NO.

Posizionarsi bene sui motori di ricerca richiede investimenti tanto quanto la pubblicità.
Ovviamente, in base al livello di competizione di un dato settore, posizionare il proprio sito può essere più o meno facile.
In ogni caso però, il lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca richiede budget (una persona che se ne occupi costantemente) e tempo (ricerche recenti mostrano come sia necessario mediamente almeno 1 anno per arrivare in prima pagina di Google).

Svantaggi

Ecco invece alcuni risvolti negativi legati alle attività di ottimizzazione di un sito web:

Dipendi da una sola piattaforma

È vero, esistono diversi motori di ricerca come Google, Bing, DuckDuckGo, ecc, ma solo il primo è realmente importante.
Google infatti detiene circa il 93.5% di tutte le ricerche effettuate in Europa!

Se investissi tempo e denaro per arrivare in prima posizione su Google, otterresti sicuramente dei benefici.
Ma cosa succederebbe se Google, da un giorno all’altro, decidesse di cambiare i criteri di posizionamento penalizzando il nostro sito?

Tempistiche lunghe

A differenza della pubblicità online, il posizionamento sui motori non è immediato.
Ciò significa che non puoi selezionare un pubblico, impostare un budget e iniziare a ricevere esposizione. I risultati in termini di posizionamento arrivano lentamente nel tempo.

È sempre possibile essere primi su Google?

Come dicevamo in precedenza, le prime 3 posizioni di Google ottengono circa il 40% dei click.

Ti sembra tanto?
Pensa che, fino a prima della diffusione degli smartphone (che ci hanno abituati a scorrere in verticale), questo numero era ancora più alto.

Detto questo, la risposta alla prima domanda è no. Purtroppo non sempre è possibile raggiungere le prime posizioni sui motori di ricerca.

Questo perché molto dipende anche dai tuoi concorrenti e dagli sforzi che anche loro fanno in termini di ottimizzazione.
Per esempio, se gestisci un’agenzia turistica locale, potrebbe essere quasi impossibile riuscire ad apparire nei risultati di ricerca sopra colossi come Booking, Expedia e simili.

Inoltre, è sempre bene valutare attentamente quando e se conviene investire per migliorare il proprio posizionamento su Google.
Se ad esempio il tuo settore è molto competitivo e le ricerche relative alla tua offerta sono poche, investire tanto budget e tempo per riuscire a superare i concorrenti potrebbe non essere la scelta migliore e non garantire un buon ritorno sull’investimento fatto.

Errori Comuni

La maggior parte dei siti web aziendali in circolazione (sì, anche quelli realizzati da agenzie) solitamente non rispetta le principali best practices in termini di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Attenzione: questo non vuol dire che se le rispettassero questi siti sarebbero tutti primi (come dicevamo ci vogliono tempo e soldi), ma semplicemente che mancano proprio le basi.

Considerato che l’azienda non può conoscere quali sono gli elementi importanti per posizionare efficacemente il proprio sito web, una domanda sorge spontanea: quindi le agenzie e chi realizza siti web è scorretto e fa male il suo lavoro?

La risposta è (come sempre) dipende. A volte sono le agenzie o i webmaster che ignorano volontariamente queste attività per finire il sito più velocemente mentre altre è il cliente che dispone di un budget talmente limitato da costringere il fornitore a “limare” dove è possibile.

Online esistono moltissimi strumenti per verificare l’ottimizzazione SEO di un sito web in modo automatico.

Tuttavia, come può confermare qualsiasi professionista, questi strumenti non sono affatto precisi ed il loro utilizzo da parte di persone non competenti (in materia) rischia solo di creare ulteriore confusione.

Uno strumento ci può dire ad esempio quante volte appare una determinata parola all’interno di una pagina, ma di certo non è in grado di capire quanto quella parole è pertinente per la nostra attività.

Hai provato ad ottimizzare il tuo sito web per i motori di ricerca ma continua a non apparire quando i tuoi clienti ti cercano?

Se credi che il tuo sito web non sia ottimizzato per i motori di ricerca e ti stia impedendo di essere trovato dai tuoi potenziali clienti che effettuano ricerche su Google, possiamo aiutarti a capire cosa non funziona e come migliorarlo.

Da oltre oltre 5 anni lavoriamo con PMI e liberi professionisti per migliorare la loro presenza sul web realizzando siti ottimizzati per i motori di ricerca che garantiscono una struttura ideale per farsi trovare dagli utenti.

Per ricevere il nostro aiuto e farci analizzare il tuo sito, contattaci utilizzando il modulo che trovi qui sotto.
Potremo organizzare un incontro o una chiamata conoscitiva e capire insieme se e come possiamo aiutarti ad ottimizzare il tuo sito web aziendale.

Vuoi acquisire nuovi contatti commerciali e clienti con il web marketing? Parlaci del tuo progetto e scopriamo insieme se possiamo aiutarti!

giuseppe-fusco-consulente-web-marketing
Giuseppe Fusco

Specializzato in Digital Advertising e Realizzazione Siti Web, in passato ha gestito alcuni e-commerce dei più importanti brand italiani nel mondo.